Archivio mensile:Maggio 2015

LA POLITICA PER I GIOVANI

LA POLITICA PER I GIOVANI

Negli oltre trent’anni di attivismo nel campo del volontariato ho conosciuto e apprezzato il talento e la passione di tanti giovani del nostro territorio. Persone che hanno deciso di mettersi in gioco, senza secondi fini, per rendere il mondo un po’ più giusto. È da quelle occasioni di condivisione e dalla conoscenza diretta dell’universo giovanile attraverso gli occhi dei miei figli che ho maturato la convinzione che questi ragazzi, preziose risorse per il nostro territorio, debbano essere valorizzati, sostenuti e aiutati a diventare adulti responsabili.

L’aiuto concreto per quanto mi riguarda è già iniziato da tempo con la realizzazione di iniziative per lo sviluppo della cultura, della socialità e del benessere psicofisico. La realizzazione del Centro Giovani di Marruci è stato poi l’esempio tangibile di un impegno che non è solo fatto di parole, di annunci per il futuro e di promesse disattese. È una realtà concreta che ho voluto, progettato e realizzato con i fondi per la progettazione sociale EMERGENZA ABRUZZO. Il nostro Centro Giovani è una realtà dinamica, viva, che accoglie i nostri ragazzi per convegni e incontri su temi specifici, per lo studio e il tempo libero in una realtà protetta. Un luogo che favorisce l’aggregazione promuovendo spazi relazionali in grado di accogliere gli interessi e le aspirazioni dei giovani.

La Politica, quella vera, intesa nel significato più profondo del termine, ha l’obbligo di guardare ai giovani come espressione più attuale del futuro del proprio territorio e per questo non può sottrarsi dal progettare il paese e l’organizzazione dei servizi senza pensare a loro.

Noi della lista civica Insieme per Pizzoli abbiamo un programma che guarda ai giovani come destinatari ma anche come attori protagonisti dell’azione amministrativa. Per questo pensiamo ad un Comune

  • che renda partecipi tutti i cittadini, a cominciare dai più giovani, con un coinvolgimento diretto e in tempo reale in quanto accade all’interno del Comune. Garantiamo che tutti i cittadini avranno accesso alle informazioni in modo trasparente attraverso il sito internet istituzionale e attraverso i social network;
  • che sappia sviluppare nel territorio la cultura dell’attenzione alle istanze e alle problematiche dei giovani;
  • che favorisca il coinvolgimento diretto dei giovani nella co-progettazione, organizzazione e preparazione delle attività;
  • che sia in grado di attivare una rete tra soggetti diversi del nostro territorio, gruppi, associazioni, istruzione, al fine di creare sinergie positive tra loro e i giovani;
  • che sappia mettere a disposizione risorse per promuovere la motivazione allo studio, aiutare ragazzi svantaggiati sul piano psico-socio-culturale e attuare un sostegno scolastico;
  • che sappia dare opportunità positive ai giovani attraverso attività e laboratori specifici, richiesti dagli stessi ragazzi.

Noi della lista civica Insieme per Pizzoli proponiamo un modello di gestione della comunità basato sul coraggio di sperimentare nuove strade per la valorizzazione del territorio attraverso i ragazzi che lo animano.

Se condividi le nostre proposte, il 31 maggio prossimo il tuo voto può fare la differenza.

Osvaldo Zarivi

ETICA E POLITICA

ETICA E POLITICA

“Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è politica. Sortirne da soli è avarizia”

La dedizione ai principi, l’etica, l’onestà, l’ottica di servizio, dovrebbero essere qualità irrinunciabili per qualsiasi politico, prima delle capacità, prima delle competenze. Chi fa politica svolge una missione che è più grande, più importante di quella di un medico: il medico cura gli individui; il politico cura la collettività, l’ambiente fisico, morale, spirituale in cui gli individui vivono, e dal quale dipende primariamente la salute fisica e psichica di tutti, comprese le future generazioni.

Il politico dovrebbe essere un servitore, non un funzionario. Qualcuno che ha sviluppato una responsabilità di sé così grande da potersi assumere in parte quella degli altri. Deve avere visione, capacità di ascolto, di sintonizzazione con la realtà, capacità di rappresentarsi futuri scenari, anticipandoli. Quindi deve essere dotato di intuizione. Ma l’intuizione, quella vera, è una qualità del cuore, non della mente analitica, non del pensiero calcolatore. Sono persuaso che un’amministrazione debba discutere al suo interno, non solo su ciò che è legalmente corretto, ma sempre di più su ciò che è eticamente giusto. (M. Scardovelli)

Come Sindaco se dovessi essere eletto, mi impegno personalmente a: non anteporre, e nemmeno confondere, interessi personali o di familiari o di amici o di singoli o gruppi a quelli della collettività (Il Comune di Pizzoli sempre prima di tutto); affrontare la soluzione dei problemi specifici con regole chiare, trasparenti e condivise (non trasformare i diritti in favori); fare in modo che le cariche elettive, a maggior ragione quella di Sindaco, non diventino mai un mestiere. Credo nell’importanza del rinnovamento della classe dirigente, che chiunque venga eletto sia un cittadino solo temporaneamente impegnato nella gestione della cosa pubblica e che dopo aver assolto al proprio compito debba lasciare spazio ad altri in modo da favorire lo scambio di nuove idee ed evitare meccanismi stagnanti.

Se avrò la vostra fiducia, traccerò la strada di un rinnovamento che auspico ridia speranza a tutti noi cittadini di Pizzoli.

Osvaldo Zarivi