Archivi categoria: Senza categoria

CONSULTA GIOVANILE 2.0

 

 

 

 

 

 

 

 

Sabato 8 aprile, presso il palazzetto dello sport di Pizzoli, si è tenuta la presentazione della nuova Consulta Giovanile di Pizzoli. Iniziativa fortemente voluta da me e da un folto gruppo di giovani volenterosi e molto capaci che mi pare doveroso ringraziare. Hanno presenziato alla cerimonia i consiglieri comunali di maggioranza e minoranza, il sindaco, gli assessori, le consulte giovanili di Scoppito e Tornimparte, l’associazione culturale “L’ordine di Capitonius” di Capitignano, e molti, moltissimi, giovani e adulti del nostro territorio. È stata una giornata di festa fortemente apprezzata. Il via alle danze l’ho dato io, leggendo un discorso che con la mia consueta passione per la scrittura, mi ero preparato qualche giorno prima. Vorrei riportarlo in questo articolo per tutti coloro che non sono potuti accorrere all’evento: “Un caloroso benvenuto a tutti! Girando per il paese in questi giorni ho visto sempre più la curiosità crescere nelle vostre persone e, forse, è anche grazie a questa curiosità che siete accorsi così numerosi oggi a questa presentazioni.

Amici, giorni addietro, incontrandomi per strada mi chiedevano: “Che cos’è questa consulta? Di cosa si occupa? Che programmi e progetti ha?”. Devo ammettere e me ne dispiaccio, che le mie risposte non sono state sempre cristalline. Devo ammettere che sono state un po’ vaghe: “Ti aggiungo al gruppo whatsapp e vedrai! È un’associazione di giovani che si propone di organizzare attività ed eventi!”. Ho voluto stimolare la vostra curiosità per la cosa e coinvolgere la vostra immaginazione, la vostra fantasia. Non sono io la persona più adatta a raccontare e descrivere il ruolo che la Consulta Giovanile Pizzoli intende ricoprire all’interno del paese e le attività che andrà a svolgere. Ci penseranno gli altri ragazzi che duramente hanno lavorato per essere qui oggi. Come ho già detto e ripetuto, io sono solo un punto di collegamento tra i ragazzi e l’amministrazione. E non saremmo qui oggi, consulta, giovani ed amministrazione, se questi tre fattori (consulta, giovani e amministrazione) fossero fini a se stessi. Sono convinto che essi siano indispensabili gli uni agli altri e che uno funzionerebbe male non ascoltando, non comunicando e non agendo in simbiosi con l’altro. Collaborazione, partecipazione e comunicazione sono le tre parole che vorrei vi fissaste nella mente oggi. Vorrei che queste tre parole diventino un monito e che possano accompagnarci per molti e molti anni ancora. Già, perché i giovani sono il futuro (e fissatevi bene in testa anche questo concetto) ma non si è giovani per sempre. Come non si è bambini per sempre o non si è anziani per sempre. Sembra un’ovvietà ma fidatevi non lo è. Un giorno sei in Spagna, in Erasmus, e tutto è semplice: la festa, l’università, la spensieratezza. Un giorno sei a Berlino e sai che domani la girerai in bici e dopodomani andrai a fare serata in discoteca. Un giorno magari ti ritrovi a Madrid, o a Londra o a Firenze e sei felice. Un giorno però ti risveglierai a Pizzoli e penserai: “mamma mia quanto mi sono divertito da giovane!”. È questo il momento che forse tanto giovane non lo sei più e che forse è vero che non si è giovani per sempre. Ed è a quel punto che pensi a tutte le cose che hai imparato da quelle meravigliose esperienze. Ed è a quel punto che ti chiedi cosa tu possa trasmettere e donare alle persone che ti sono accanto. Ebbene, cari amici, io ho imparato che è bellissimo partecipare e sentirsi parte di un gruppo e che è avvincente collaborare. È incredibile quando si da spazio alla fantasia. La fantasia è uno strumento incredibile e incredibile è realizzare le proprie fantasie. È una soddisfazione portentosa, di quelle soddisfazioni difficili da descrivere. A questo punto, allora, vi invito, e auspico con tutto me stesso che il mio invito venga colto, a partecipare. A dare sfogo alla vostra fantasia e a proporre attività, eventi, di tutto e di più. Vi invito a comunicare: a ringraziare e complimentarvi quando qualcosa è fatto bene e a protestare e indignarvi quando qualcosa è fatto male. E vi invito a farlo insieme perché è l’unione che fa la forza! Semplicemente vi invito a partecipare, comunicare e collaborare in modo da poter restituire a questo paese la qualità e lo spirito sociale che purtroppo è andato un po’ a svanire nel tempo. Concludo ringraziandovi per la cortese attenzione e per la calorosa partecipazione. Grazie!” Hanno preso la parola anche il sindaco che pare abbia apprezzato particolarmente la nostra iniziativa e i rappresentanti delle consulte giovanili di Scoppito e Tornimparte e dell’associazione culturale “L’ordine di Capitonius”, i quali ci hanno parlato della loro esperienza e ci hanno fatto i loro più sentiti auguri di buon lavoro. È stata una piacevole giornata di festa e la sentita partecipazione e le piacevoli parole di augurio ci fanno ben sperare per un futuro ricco di soddisfazione e bei progetti portati a termine. In conclusione vorrei ringraziare tutti ed augurare un buon lavoro alla Consulta Giovanile di Pizzoli.

Consigliere Gianluca Sette.

MOZIONE: Istanze ditte assegnatarie dei lotti aree produttive – Revoca assegnazioni –

Dichiarazione   di cui si chiede la trascrizione nella relativa Deliberazione di Consiglio Comunale.

 OGGETTO:  O.D.G.    n° 5   del 21/03/2017  Istanze   ditte   assegnatarie   dei   lotti   aree   produttive (Cucchiarelli Pasqualino, Soc. F.lli Di Zio S.n.c., Tecnometal S.n.c., CFM F.lli Marini S.r.l.) – Revoca assegnazioni.

 I sottoscritti Consiglieri Comunali del Gruppo Consiliare “Insieme per Pizzoli”, sono solidali con gli imprenditori che richiedono la revoca dell’assegnazione dei lotti,  essendo consapevoli che essi non possono investire in una zona produttiva carente in infrastrutture e urbanizzazione. Le responsabilità vanno ricercate in una politica che non ha avuto la capacità di progettare il futuro della zona produttiva e di conseguenza promuovere le condizioni necessarie per la creazione e lo sviluppo di attività imprenditoriali  al fine di una maggiore occupazione ed espansione industriale del territorio.  A tutt’oggi riscontriamo una carenza di progettualità, di urbanizzazione, di servizi e di aree pubbliche attrezzate.

Tutto ciò premesso, pur riconoscendo le ragioni degli imprenditori, in coerenza con quanto dichiarato in passato, il Gruppo Consiliare “Insieme per Pizzoli”  si schiera a tutela dell’ interesse pubblico e pertanto esprime un voto “contrario” per i sottoelencati motivi:

  • Pur prevedendo la legge 7 agosto 1990, n. 241 all’art. 21-quinquies la revoca di un provvedimento amministrativo, condiziona questo atto alla verifica della permanenza dell’interesse pubblico. I sottoscritti Consiglieri non riscontrano in questo atto la tutela dell’interesse pubblico ma soltanto l’esclusivo interesse delle ditte beneficiarie che hanno presentato l’istanza di revoca.
  • Considerando che la deliberazione di Consiglio Comunale n.9 del 1/02/2010 al punto n. 8 recita: “qualora, l’assegnatario, per motivi personali, dovesse rinunciare all’assegnazione del lotto, non verrà restituito quanto versato a titolo di diritto di assegnazione”,  riteniamo  che questo atto sia in contrasto con quanto deliberato nel C.C. n.9 del 01/02/2010. L’ accoglimento delle istanze comporterebbe  un danno economico immediato per le casse dell’Ente a fronte di un’ ipotetica futura riassegnazione dei lotti a un prezzo maggiore.  I mancati introiti dell’ l’Ente,  in un periodo di crisi finanziaria,  ci fanno ravvisare la non considerazione di un interesse pubblico prevalente.
  • Tenendo presente che l’accoglimento di queste istanze da parte dall’amministrazione negli anni 2016/17 hanno subito un escalation con un rientro di ben sette lotti e un conseguente esborso di oltre 100.000,00 euro, la conseguenza non potrà che essere una riduzione degli investimenti nelle aree produttive.  Anche per questo motivo riteniamo che non si stia perseguendo l’interesse pubblico.

Pizzoli li, 21/marzo/2017                                        Gruppo Consiliare “Insieme per Pizzoli”

 

CONSULTA GIOVANI 2.0 (Consigliere G. Sette)

consulta giovani

CONSULTA GIOVANI 2.0  (Consigliere G. Sette)

Cari cittadini, amici, ragazzi ho il piacere di informare tutti che sta prendendo vita un progetto ambizioso e molto importante per le sorti e la vita amministrativa del nostro paese: la Consulta Giovani. Realizzare il tutto non è stato semplice, come ogni cosa del resto. Però procediamo per piccoli passi. Devo affermare mio malgrado che l’idea iniziale era partita dall’amministrazione Anastasio che, in fase di campagna elettorale, aveva garantito che la costituzione di questo organo sarebbe avvenuta entro cento giorni dal loro insediamento, cosa che ovviamente non è successa dal momento che ci troviamo a quasi due anni dalle elezioni di maggio 2015. Premesso ciò, che non vuole essere un’accesa critica ma solo una constatazione dei fatti, devo aggiungere che la fondazione di questo gruppo di lavoro al servizio della comunità e sopratutto dei ragazzi, si è realizzato grazie solo e soltanto alla buona volontà di alcuni giovani di Pizzoli. Questi, spinti dal desiderio di rendersi più partecipativi alla vita amministrativa e sociale del paese e dalla voglia di portare avanti le loro idee e i loro progetti, mi hanno proposto la cosa, chiedendomi di farmi portavoce del progetto e da legante con l’amministrazione. Essendo io il consigliere comunale più giovane e ritenendo questa attività di primaria importanza per la nostra piccola comunità, mi sono reso sin da subito disponibilissimo a portare avanti il progetto. Ad una condizione però: mai e poi mai mi sarei assunto l’onere di essere il loro presidente! Questa mia categorica decisione è legata al ruolo amministrativo che ricopro per Pizzoli e ricevere una carica di questo genere avrebbe significato per me un conflitto morale che non avrei mai potuto sobbarcarmi sulle spalle. Ciononostante, dopo qualche incontro preliminare abbiamo scritto uno statuto che autoregolamenterà la consulta ed un programma che intendiamo realizzare entro tre anni dall’ufficiale fondazione della stessa. I buoni propositi sono quelli di aumentare gli scambi ed attività culturali, di realizzare eventi e giornate ecologiche, di lavorare attivamente con la giunta e il consiglio presentando mozioni, proposte o semplicemente dispensando consigli. Insomma, ci sarà da divertirsi!

Sono davvero molto contento che sia stato possibile istituire anche a Pizzoli un organo di tale importanza. Vorrei ringraziare pubblicamente tutti i giovani che ci hanno messo del loro, dimostrando che una politica del fare è possibile. È solo grazie a loro che territori così fortemente colpiti da situazioni naturali che metterebbero in difficoltà i più arditi personaggi, riescono a guardare avanti ed a lavorare per un futuro migliore. Vorrei altresì ringraziare i miei colleghi consiglieri di “insieme per Pizzoli”, i quali mi hanno sostenuto ed aiutato in questo progetto. Infine vorrei ringraziare l’amministrazione comunale, la quale ha dimostrato di essere pronta a collaborare con noi dell’opposizione nel momento in cui un’idea rappresenta un’attività importante per tutta la comunità pizzolana.
Auspico che la consulta giovani possa rappresentare per questo paese un’opportunità e un punto di riferimento per ragazzi ed adulti e che nel corso degli anni possa dare al nostro paese uno stimolo ad un rilancio sociale e culturale che credo essere necessario.

Allego il link della pagina Facebook e vi invito a mettere il mi piace https://www.facebook.com/Consulta-Giovanile-Pizzoli-246540…/

Vi ringrazio per l’attenzione e vi auguro una buona giornata,   Consigliere Gianluca Sette.

DUE INGEGNERI A SUPPORTO DELL’UFFICIO RICOSTRUZIONE DEL COMUNE DI PIZZOLI

RICERCA, SELEZIONE E FORMAZIONE DEL PERSONALE_900x900IN DATA 26-01-2017 CON  DECRETO DEL SINDACO SONO STATI CONFERITI DUE INCARICHI A DUE COLLABORATORI COORDINATI E CONTINUATIVI  PER LO SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’ DI GESTIONE DELLE PRATICHE CONNESSE AL SISMA 6.4.09.

In data 22.12.2016, è stato pubblicato L’AVVISO PUBBLICO finalizzato all’acquisizione dei curricula per l’affidamento dell’incarico di collaborazione per la gestione delle pratiche connesse al sisma 2009.

  • L’avviso in parola avviava una procedura al fine di conferire l’incarico previa valutazione comparata dei curricula, nonché a seguito di eventuale colloquio con gli stessi.
  • Nel termine previsto (09.01.2017)  sono giunte n.72 istanze e curricula.

Il decreto recita:  visto l’elenco dei settantadue professionisti costituito in base al predetto avviso ……. visionati comparati i loro curricula e sottoposti alcuni di essi a colloquio per approfondimento, con precedenza a quelli che avevano esperienza lavorativa dipendente o parasubordinata presso gli uffici tecnci-sisma ed a quelli che potevano fornire un apporto al comune in ragione, oltre che della loro preparazione, della conoscenza del territorio e delle esigenze specifiche della collettività pizzolana.  Considerato, quindi, che è necessario individuare non uno ma due professionisti cui affidare un incarico di cui alla normativa in premessa richiamata, utilizzando l’elenco dei professionisti di cui al precitato Avviso e dando preferenza da un lato ai lavoratori in possesso di esperienza lavorativa all’interno degli uffici sisma e/o tecnici dei comuni del cratere e dall’altro ai tecnici che hanno una conoscenza specifica del territorio comunale e dei bisogni della collettività di Pizzoli, delle pratiche sisma e delle esigenze specifiche territoriali, anche e soprattutto in ragione della necessità di gestire, con esperienza e conoscenza pratica, la nuova emergenza sisma che si somma a quella del 2009.

CON DECRETO DEL SINDACO vengono conferiti  gli incarichi di collaborazione coordinata e continuativa ai professionisti: Ing.  Chiara Recchiuti e all’ Ing. Annalisa Moriante a decorrere dal giorno 30/1/2017.

APPRENDIAMO che in data 27.1.2017 l’Ing. CHIARA RECCHIUTI, ha comunicato una causa d’impossibilità temporanea allo svolgimento dell’incarico conferito, pertanto il rapporto di lavoro è STATO SOSPESO (mai iniziato) e riprenderà presumibilmente il 1.6.2017. E’ stato selezionato altro candidato dalla graduatoria nell’Ing. MARIA SOCCORSI, in sostituzione dell’Ing. CHIARA RECCHIUTI fino al 31.5.2017 quando questa presumibilmente potrà riprendere l’incarico.

Oggetto Incarico Ing. MARIA SOCCORSI: supporto al comune per pratiche conseguenti al sisma e collegamento con l’UTR; presenza presso sede comunale: 3 volte a settimana nelle ore antimeridiane; compenso mensile lordo pari a € 900,00 comprensivo di contributi previdenziali INPS per la quota a carico del comune, INAIL ed IRAP.                                   Liquidazione compenso: cadenza mensile, finanziato con il fondo contabilità speciale.

Oggetto incarico Ing. ANNALISA MORIANTE: supporto al comune per pratiche conseguenti al sisma e collegamento con l’UTR; presenza presso sede comunale: 2 volte a settimana nelle ore antimeridiane e pomeridiane; compenso mensile lordo pari a € 900,00 comprensivo di contributi  previdenziali INPS per la quota a carico del comune , INAIL ed IRAP.                                                                                                                                                                Liquidazione compenso: cadenza mensile, finanziato con il fondo contabilità speciale.

1-incarico_co.co.co.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prot_Par_0014203_del_22-12-2016_-_Documento

DECRETO_n_3 Incarico Ing. Annalisa Moriante

DECRETO_n_5 Incarico Ing. Chiara Recchiuti

FILE DOMANDE

SEGNALAZIONE DANNI CAUSATI DAL SISMA DEL 18/01/2017

mappa

26/01/2017  VERIFICA PRELIMINARE UTILIZZO ABITAZIONI CONSEGUENTE ALL’EVENTO SISMICO DEL 18/01/2017.

1) In attesa di disposizioni della Protezione Civile, il Comune di Pizzoli provvederà, tramite tecnici, ad effettuare UNA VERIFICA PRELIMINARE, per ora, sulle abitazioni che si ritengano possano aver subito danni dal sisma del 18.01.2017, precisando che tale verifica verrà effettuata al solo scopo di verificare l’utilizzo delle stesse e non per assegnare un esito.

2) Dalla data odierna l’istanza di verifica di sopralluogo dovrà essere effettuata con il NUOVO MODELLO allegato al presente avviso, precisando che comunque verranno verificate anche le abitazioni per le quali è stato presentato il “Modello IPP”.

3) Solo ai fini puramente organizzativi si ritiene di fissare una scadenza per la consegna dell’”Istanza di Sopralluogo” (nuova modulistica) nella giornata del 11.02.2017 da consegnare presso il Centro Operativo Comunale (C.O.C.) con sede provvisoria sita in via S.Lucia presso la “Casetta Gialla” adiacente gli impianti sportivi.

http://www.comune.pizzoli.aq.it/…/RICHIESTA%20ISTANZA%20SOP…

Clicca per scaricare il nuovo modello

L’unica arma che abbiamo contro il terremoto è la prevenzione, non è più pensabile aspettare ma bisogna agire per la sicurezza dei nostri studenti.

CAVALLARIIl sindaco di Pizzoli, alla luce dei sopralluoghi effettuati da parte dei tecnici della Regione Abruzzo presso l’edificio scolastico in localita’ Villa S. Pietro, che ospita le scuole primaria e secondaria di primo grado, ha emessa ordinanza di non agibilita’ dei luoghi per danni non strutturali. Il danno del terremoto e’ stato classificato di tipo “B”.

Domenica 22 gennaio, il Consiglio comunale ha preso atto della grave situazione venutasi a creare e ha deliberato di verificare la possibilità di Requisizione della palazzina prefabbricata in acciaio sita nel c.d Campus Universitario in loc. Cavallari di Pizzoli di proprietà della ditta FER ITALIA s.r.l. finalizzata alla continuazione del servizio scolastico obbligatorio.

In data 24/01/2017 il sindaco ha emesso ordinanza di requisizione in uso della palazzina, fino al 30 giugno 2017, salvo proroga.

AVVISO PUBBLICO PER L’AFFIDAMENTO DI INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA.

avvisoIl Comune di Pizzoli intende procedere all’affidamento di incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per lo svolgimento dell’attività di gestione delle pratiche connesse al sisma. La scelta dei collaboratori sarà effettuata fra coloro che, in possesso dei requisiti richiesti, abbiano manifestato interesse mediante presentazione di formale domanda con allegato curriculum. La stessa sarà effettuata sulla base del curriculum professionale dei richiedenti nonché a seguito di eventuale colloquio con gli stessi. L’oggetto dell’incarico, le modalità di espletamento ed il corrispettivo sono indicati nell’allegato schema di contratto.

TITOLO DI STUDIO RICHIESTO: Diploma di Laurea in Ingegneria con corso di laurea magistrale con percorso di studio quinquennale che consenta l’iscrizione all’Albo degli Ingegneri nella sezione A, settore a) “civile ambientale”.

LA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE, INVIATA MEDIANTE RACCOMANDATA A/R OVVERO PRESENTATA A MANO PRESSO L’UFFICIO PROTOCOLLO DOVRA’ PERVENIRE ENTRO LA DATA DI SCADENZA OVVERO LE ORE 12,00 DEL GIORNO 9.1.2017.

ALLEGATI

AVVISO PUBBLICO PUBBLICATO ALL’ALBO PRETORIO il 22.12.2016

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER LO SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’ DI GESTIONE DELLE PRATICHE CONNESSE AL SISMA DEL  6.4.2009, ai sensi dei comma 432e e 433 della Legge 208 del 28.12.2015.

Delibera di giunta N° 168 del 22-12-2016 Atto indirizzo per volgimento procedura comparativa finalizzata al conferimento incarichi collaborazione coordinata e continuativa.

Per eventuali informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi al Segretario Comunale al n. telefonico 0862 975526 nei giorni di lunedì, martedì e giovedì mattina.

 

 

ECO-CONSIGLI DAL BIO-CONSIGLIERE (Gianluca Sette)

1È successo qualche giorno fa che un mio caro amico, anch’egli amante della natura e delle passeggiate nei boschi, mi segnalò la presenza di due grandi discariche a cielo aperto nei pressi di San Lorenzo, esortandomi a segnalare il problema e, ovviamente, a risolverlo. Di li a poco ci siamo recati nelle zone incriminate, per chi è pratico del paese faccio riferimento a due siti posizionati rispettivamente a destra e a sinistra della parte alta di via Arischia, la via che da San Lorenzo collega la frazione aquilana. Lo spettacolo che ci si è prospettato dinanzi agli occhi e che è stato documentato attraverso delle foto, rappresenta uno dei più grandi esempi di inciviltà e maleducazione a cui abbia mai assistito. È inconcepibile come nel 2016, in un comune nel quale è presente uno dei più vasti e importanti centri di raccolta dei rifiuti di tutto l’aquilano, il quale addirittura offre un servizio del tutto gratuito, la gente si ostini ancora ad avere comportamenti così incivili. Lo sgomento maggiore, però, è legato all’ingente quantitativo di eternit presente in uno dei due siti. Come tutti sapranno questo materiale può, in alcuni casi, essere molto pericoloso per la salute dell’uomo ed è imperativo che l’area a cui faccio riferimento in questo artico venga bonificata al più presto. A questo punto è stata mia premura scrivere una richiesta di verifica, sopralluogo e pulizia immediata delle suddette aree, la quale è stata oggi stesso protocollata e consegnata al sindaco e all’assessore all’ambiente. Sarà, invece, mio onere quello di seguire personalmente questa vicenda, organizzare una strategia condivisa e lavorare attivamente per la bonifica di queste due discariche a cielo aperto.

Chi mi conosce sa benissimo quanto mi stiano a cuore le questioni ambientali e quanto sia importante per me cercare di sensibilizzare al massimo le persone che mi sono vicine al rispetto della natura. Rendiamoci conto che dobbiamo iniziare ad immaginare un mondo nuovo, un mondo verde. Iniziamo a prendere coscienza di quanto l’uomo nell’ultimo secolo abbia devastato la natura, di come sia riuscito con la propria incuria e sete di danaro a distruggerla. Pensiamo un attimo al fatto che non nevica più, che non piove più quando dovrebbe e che quando non dovrebbe piove più di quanto dovrebbe. “Il problema idrogeologico” è causa dell’uomo. Pensiamo un attimo che fa caldo quando dovrebbe fare freddo e che fa freddo quando dovrebbe piovere e che piove quando dovrebbe nevicare e che non nevica più! Lo so, non ci si capisce niente… come non ci si capisce più niente con questo clima strano!

Concludo esortando tutti i cittadini ad essere un pochino più responsabili e rispettosi dell’ambiente. Invito tutti a differenziare al meglio i rifiuti prodotti e, quando non è possibile fare ciò, a recarsi al centro di raccolta dei rifiuti di Pizzoli, ripeto, uno dei più importanti dell’intero aquilano (http://www.aciam.it/…/impia…/centro-raccolta-di-pizzoli.html). Prego l’amministrazione di essere più vigile, per quanto possibile, e a punire severamente i trasgressori delle regole. Invito infine tutti i cittadini a denunciare gli incivili perché la natura è un bene di tutti.

Allego le foto della incriminate discariche e della richiesta consegnata e protocollata oggi in comune.

Vi ringrazio per la cordiale attenzione,
bio-consigliere Gianluca Sette.

11

2

3

5

68

risposta

Mi trovo costretto a  ribadire alcuni concetti già espressi: il dialogo, in democrazia, andrebbe  argomentato sui contenuti, dovrebbe essere rispettoso, costruttivo e non dovrebbe trasfigurare e manipolare le altrui dichiarazioni. Ognuno di noi dovrebbe fare uno sforzo per  conformarsi a questo modo di fare perché soltanto in questo modo la democrazia ne verrebbe arricchita e non svilita.

La maggioranza manifesta costantemente insofferenza nei confronti del lavoro dell’opposizione che vede  come una inutile presenza di disturbo, in realtà è un preciso compito della minoranza vigilare, stimolare e controllare. Ci è stato detto che forse ancora “non riusciamo ad accettare la volontà popolare” ma ci tengo a ribadire che la lista civica “Insieme per Pizzoli” è ben soddisfatta del risultato ottenuto: 962 cittadini ci hanno dato fiducia pur essendo il nostro gruppo costituito, per lo più, da candidati alla prima esperienza politica; ricordiamo  che la lista “Intesa Democratica” nel 2015 ha visto precipitare i propri consensi dal 62,6 % del 2004 e 80,5%  del 2010 al 54,5%.

Tornando all’articolo che ha suscitato la reazione della maggioranza e in particolare alla frase “Ci saremmo aspettati un Avviso Pubblico trasparente per l’affidamento dell’incarico (co.co.co.), con valutazione dei curricula e delle esperienze dei vari candidati. Questa modalità di selezione avrebbe permesso ai giovani del nostro territorio di partecipare lasciando al Sindaco, comunque, una scelta discrezionale e fiduciaria in base ai titoli presentati”.

Siamo convinti di quello che abbiamo scritto, non ci siamo sbagliati, e siamo a conoscenza delle norme: siamo stati i primi a riconoscere che l’operazione è stata fatta nella legalità.

Ma la domanda che noi nuovamente poniamo è: si poteva fare diversamente? Si poteva ricorrere ad un Avviso Pubblico trasparente come  altri sindaci in casi analoghi hanno fatto?

In un eventuale avviso pubblico aperto a tutti si poteva ricercare: competenza, esperienza lavorativa e/o professionale coerenti con la funzione da svolgere. Aggiungiamo, ma questo per eccesso di zelo, che la valutazione dei curricula poteva essere fatta dal responsabile dell’ufficio e poteva essere seguita dal colloquio con il Sindaco.

Il fatto è che noi crediamo che ogni qualvolta sia possibile, anche quando le norme non lo impongono, dovremmo sforzarci di rafforzare la trasparenza dell’azione amministrativa e ridurre la sindrome di onnipotenza che può colpire tutti sia maggioranza che opposizione.

Forse siamo ingenui e potreste accusarci di atteggiamenti idealistici ma consideriamo la politica come l’esercizio di un servizio e non di un potere.

Articolo di  Insieme per pizzoli “Essere nella legalità spesso non significa avere un comportamento etico”

Articolo di Intesa Democratica