IL NOSTRO PUNTO DI VISTA

BANNERCari cittadini e care cittadine,
cogliamo l’occasione per raccontarvi gli ultimi 6 mesi dal nostro punto di vista. Vi presentiamo una serie di fatti e poniamo una serie di domande. I commenti e le risposte li lasciamo a voi.

All’indomani delle elezioni l’amministrazione comunale ha indetto una selezione per individuare il personale necessario per pulire le aree verdi e rendere un po’ più decoroso il nostro territorio.
Sembra che la selezione sia stata effettuata tramite un sorteggio. Siamo costretti a dire sembra, perché nessuno della minoranza è stato invitato né ammesso a parteciparvi.
Questa selezione ha permesso di ottenere due risultati, uno temporaneo, l’altro invece temporalmente meno circoscritto e molto grave.
Se da un lato sono state ripulite alcune strade ed alcune aree verdi, per un breve periodo di tempo, dall’altro si è sforata la spesa per il personale. Non sarebbe stato meglio, all’indomani delle elezioni, controllare il bilancio per poi provvedere ad organizzare meglio il lavoro del personale già in forze presso il nostro comune? Come si porrà riparo allo sforamento della spesa per il personale? Chi pagherà?
Il Testo unico degli Enti Locali, che disciplina il funzionamento dei Comuni stabilisce alcune cause di incompatibilità, tra gli altri, per chi ricopre il ruolo di consigliere comunale. Tale incarico risulta incompatibile con un ruolo di rappresentanza legale all’interno di una associazione che riceva dal Comune stesso un finanziamento pari ad almeno un decimo del proprio bilancio.
Chi rappresenta dunque, ad esempio presiedendola, una associazione, non può ricoprire la carica di Consigliere Comunale del Comune in cui l’associazione ha sede.
La questione si è posta in occasione del Premio Cavallari, che il Comune di Pizzoli, di concerto con la Pro Loco Le tre montagne, è solito organizzare. Il regolamento che disciplina l’organizzazione della manifestazione predetta, affida solo alla Pro Loco compiti organizzativi e logistici.
Sarà che abbiamo effettuato una campagna elettorale all’insegna di pochi slogan, ma facendoci portatori di tanti valori, come la legalità, la trasparenza e l’assenza di conflitti d’interesse, mai ci saremmo aspettati, per rispetto soprattutto a TUTTI i cittadini di Pizzoli, che la Dott.ssa Maria Curtacci, perfettamente conscia delle norme che regolano il proprio mandato, avesse scelto tra la carica di consigliere e quella di presidente della Pro Loco appunto, considerando che quest’ultima riceve un finanziamento dal Comune superiore ad un decimo delle sue entrate, e invece…
In ossequio al regolamento che prevede il coinvolgimento della sola Pro Loco nell’organizzazione del Premio Cavallari, essa ha presentato al Comune di Pizzoli, a firma della propria presidente, Curtacci, la richiesta per ottenere il finanziamento necessario….
La giunta, con delibera n. 63 del 02/07/2015, senza neanche preoccuparsi di vagliare la conformità o meno dell’intera situazione al T.U. Enti Locali, ha autorizzato il finanziamento.
A quel punto è intervenuta Insieme per Pizzoli. Abbiamo chiesto con una interrogazione al Sindaco se avesse effettuato i dovuti controlli in merito alla posizione di incompatibilità della Dott.ssa Curtacci. Purtroppo abbiamo avuto solo risposte evasive.
Il risultato è stato che, in violazione del regolamento che disciplina il Premio Cavallari, il contributo di 5000 euro e la sua gestione sono stati affidati improvvisamente all’associazione Orione (annullando la precedente delibera), due giorni prima dell’evento.
Il Consiglio Comunale di Pizzoli, poi, con voto unanime della sola maggioranza, ha approvato un piano di tassazione che lascerà ancora più indietro chi è in difficoltà nel nostro territorio.
Si è deciso, infatti, di aumentare in maniera lineare ed orizzontale la tassazione: TARI, TASI, IMU, IRPEF.. Ve ne sarete accorti…
Ebbene alla nostra richiesta di studiare un piano che tenesse nella dovuta considerazione la situazione reddituale della famiglia e dunque di alzare le tasse solo ai soggetti più abbienti, la maggioranza ha risposto un sonoro diniego.
Alla nostra richiesta di optare e disciplinare il baratto amministrativo, ovvero la possibilità di compiere lavori socialmente utili se si è nell’impossibilità economica di pagare le imposte, la maggioranza ha risposto di no. Dunque quello che è realtà in altri comuni abruzzesi aventi le medesime dimensioni del nostro (si veda il Comune di Tollo, ad esempio), non può esserlo a Pizzoli. Perchè?
Nonostante tutte le parole e le promesse fatte nel corso della Campagna Elettorale da Intesa Democratica, la tassazione è dunque aumentata.

E il resto del programma? Quanti punti sono stati rispettati?
Dov’è l’impianto di videosorveglianza che avrebbe dovuto essere istallato presso il Cimitero Comunale? E quello per la sicurezza del territorio?
Dov’è la Consulta Comunale Giovani che il l’allora candidato Sindaco si era impegnato a mettere su entro 100 giorni dalle elezioni?
Dove sono l’agenda digitale locale che doveva essere stilata nei primi 100 giorni dall’ amministrazione, e la piattaforma open municipio per una maggior trasparenza amministrativa e la rete wifi gratuita?
Dov’è la puntuale e costante manutenzione del territorio per diminuire il degrado?

Abbiamo già fatto notare che la strada che porta al Palazzetto dello Sport è completamente dissestata, come anche la strada nella zona artigianale, eppure le si lascia in tale stato nonostante l’una sia utilizzata da tutti coloro che frequentano le strutture sportive, nonché da coloro che si recano allo Stadio la domenica e l’altra è a servizio dell’unico polo artigianale del nostro territorio. A fronte di questo stato dei fatti, Intesa Democratica ha scelto di asfaltare la strada che invece conduce ad un’unica attività commerciale sita in Cavallari. Perchè?

Noi siamo ancora convinti che amministrare bene significhi garantire il meglio alla collettività, non a pochi. Siamo ancora convinti che la nostra azione debba essere improntata alla trasparenza e alla legalità e dunque, con i nostri mezzi e i nostri strumenti, vogliamo continuare ad essere la voce di tutti i cittadini che vorrebbero essere ben amministrati.

Informazioni dettagliate sul sito ufficiale: www.insiemeperpizzoli.it/

Gruppo di minoranza Insieme per Pizzoli