IMU – TASI le novità 2016

le novitaCon la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208 – G.U. n. 302 del 30/12/2015, S.O. n. 70) sono state apportate importanti variazioni in particolare per TASI su abitazione principale ed IMU su terreni agricoli.

Aliquote IMU Comune di PIzzoli a decorrere dal 2015:
Abitazione principale e relative pertinenze solo categorie (A/1, A/8 e A/9) di LUSSO 4,0  ‰
Altri  fabbricati (diversi dall’abitazione principale) 8,6 ‰
Aree  fabbricabili 8,6 ‰

Aliquota TASI Comune di PIzzoli a decorrere dal 2015:

Uica, per tutti gli immobili ed aree edificabili 2,0 ‰
novita 21) Abolita la Tasi su Abitazioni principali

Abolita la Tasi sugli immobili residenziali adibiti ad abitazione principale, ad esclusione degli immobili di particolare pregio, ville e castelli. La Tasi viene abolita anche per gli inquilini affittuari che detengono un immobile adibito a prima casa. Esenti dal pagamento della Tasi 2016 anche le pertinenze dell’abitazione principale, sempre nei limiti fissati dal 2012. Rimane invece in vigore la TASI per le abitazioni principali di lusso (Cat, A1, A8 e A9).

2) Sugli immobili locati a canone concordato i proprietari verseranno IMU e Tasi ridotta del 25%.

Per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l’imposta, determinata applicando l’aliquota stabilita dal comune, è ridotta al 75 per cento.

3) Per le abitazioni date in comodato d’uso gratuito a figli o genitori che lo utilizzano come abitazione principale l’IMU è ridotta del 50 %;

Le condizioni per usufruire di questi benefici sono:

  • L’immobile deve essere adibito ad abitazione principale
  • L’immobile non deve appartenere a una delle categorie catastali di lusso (A/1, A/8, A/9)
  • Il contratto di comodato deve essere regolarmente registrato
  • Il comodante:
    • deve possedere un solo immobile in Italia oltre all’abitazione principale non di lusso sita nel territorio in cui è ubicato l’immobile concesso in comodato;
    • deve risiedere e avere la sua dimora abituale nello stesso Comune in cui l’immobile è concesso in comodato;
    • deve presentare la dichiarazione IMU che attesti il possesso dei requisiti

La Registrazione dei Contratti di Comodato può essere effettuata entro il 1 Marzo 2016, ed usufruire comunque dell’agevolazione di riduzione della base imponibile IMU al 50% a far data dal 1 gennaio 2016.  Qualora la registrazione del contratto di comodato sia successiva al 1 Marzo 2016, l’agevolazione sarà valida per le mensilità successive alla data di registrazione

Casi di non applicabilità della riduzione:

  • se si possiedono 3 (o più) immobili ad uso abitativo (per intero o in percentuale) non si può applicare la riduzione
  • se i due immobili ad uso abitativo si trovano in due comuni diversi non si può applicare la riduzione
  • se si risiede nel Comune A e l’immobile è situato nel Comune B (diverso dal Comune A) non si può applicare la riduzione
  • se si risiede all’estero non si può applicare la riduzione
  • se l’immobile dato in comodato non viene utilizzato come abitazione principale del comodatario non si può applicare la riduzione
  • se il comodato è tra nonni e nipoti non si può applicare la riduzione
4) Terreni agricoli

Dal 2016 per determinare l’esenzione dall’ IMU prevista per i terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina si applicano i criteri individuati dalla circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14.6.’93. Sono, inoltre, esenti dall’IMU i terreni agricoli:

  • Posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione;
  • Ubicati nei comuni delle isole minori;
  • Immutabilmente destinati all’agricoltura, alla silvicoltura e all’allevamento di animali con proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile.

RICORDIAMO CHE  SEGUITANO A VERSARE L’IMPOSTA (IMU)

  • TUTTI GLI (ALTRI FABBRICATI) ED (AREE EDIFICABILI)
  • LE (ABITAZIONI PRINCIPALI E RELATIVE PERTINENZE) NELLE CATEGORIE CATASTALI (A/1 – A/8 – A/9) di lusso.

I VERSAMENTI (IMU-TASI) devono essere effettuati: Accondo 50% entro il 16 giugno 2016 –  saldo con conguaglio entro il 16 dicembre 2016.

PER FACILITARE IL CITTADINO, SUGGERIAMO IL CALCOLO ON-LINE IMU e TASI
novita 3   LINK CALCOLATORE

 

 

novita 4                  LINK CALCOLATORE