IL BUON SENSO non ha colore politico.

guerra poveri“AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE DEI M.A.P. LIBERI”.

Il diritto alla casa, all’abitazione, sembra porsi, soprattutto da qualche  decennio, come un diritto “nuovo”, sociale, funzionale al soddisfacimento dei bisogni costituzionali della persona. Esso si atteggia a precondizione per il godimento di tutta una serie di diritti fondamentali, quali ad esempio il diritto alla salute, alla riservatezza, alla sicurezza, all’inviolabilità del domicilio ed alla sua libera scelta.  (Tratto da: Il diritto alla casa tra la Costituzione e le Corti di Gerardo Scotti)

 Per i nostri amministratori evidentemente non è così.

Nel nuovo bando per l’assegnazione dei MAP liberi, rimane la clausola di esclusione  per tutti i cittadini e le famiglie residenti nel nostro comune che hanno un ISEE inferiore a 7500 euro. Questi nostri concittadini SONO TROPPO POVERI per avere diritto ad un alloggio, non offrono garanzie.

La Giunta comunale, malgrado la nostra opposizione manifestata al bando di ottobre 2015, rimane ferma sulle sue posizioni ed esclude i più poveri per l’attribuzione dei MAP liberi.

Ci spiace constatare che chi ha un posto di responsabilità nella nostra comunità, sceglie di percorrere la cultura dell’esclusione e non tracciare nuovi cammini per eliminare ingiustizie e risolvere problemi.  Troppe volte l’indifferenza è un fenomeno ricorrente nel nostro tempo: è la scelta di “comodo” di chi accetta l’altro finché non “disturba”. Ma quando diventa “ospite scomodo” lo mette alla porta.

Chiediamo all’amministrazione di ritornare sui suoi passi, attuando una scelta politica coraggiosa che preveda il farsi carico di quelle particolari situazioni di bisogno presenti sul territorio  con l’obiettivo prioritario di una maggiore integrazione sociale e culturale delle persone.

LINK:  Avviso assegnazione MAP liberi