Nella zona artigianale del Comune di Pizzoli s’insedierà un impianto per la FRANTUMAZIONE di CALCINACCI E STOCCAGGIO PROVVISORIO DI RIFIUTI MISTI.

Carissimi cittadini/e,

nell’ultimo Consiglio Comunale si è deliberato sulla richiesta di acquisizione dei lotti 42 e 43 siti nella zona artigianale del comune di Pizzoli, da parte della ditta P.D.M. S.r.l. la quale vuole realizzare un sito per la FRANTUMAZIONE di CALCINACCI (rifiuti edili derivanti dalle demolizioni) E STOCCAGGIO PROVVISORIO DI RIFIUTI MISTI.

Nonostante le obiezioni sotto riportate e il VOTO CONTRARIO dell’opposizione, la maggioranza compatta ha approvato la delibera, creando, di fatto, una situazione SFAVOREVOLE all’insediamento di nuove imprese e PENALIZZANDO gli insediamenti già presenti.

Motivi della nostra contrarietà al provvedimento:

  • La relazione tecnica presentata dalla ditta è GENERICA, l’unica cosa CHIARA è l’intenzione di voler realizzare un sito di FRANTUMAZIONE DI CALCINACCI E STOCCAGGIO PROVVISORIO DI RIFIUTI MISTI. Nella relazione non sono indicati i quantitativi di rifiuti “movimentati”, il numero di automezzi/giorno, i parametri d’inquinamento acustico e di emissioni di polveri sottili.
  • L’attività programmata nell’impianto (FRANTUMAZIONE RIFIUTI EDILI) è incompatibile con alcuni insediamenti produttivi già presenti nell’area artigianale.
  • La tipologia dell’impianto, inquinante dal punto di vista acustico e di polveri sottili, frenerà nuovi insediamenti produttivi nell’area.
  • L’eventuale immediato vantaggio derivante dalla realizzazione di opere di urbanizzazione necessarie all’attività stessa, che i richiedenti dichiarano di voler eseguire, non compensa minimamente il danno arrecato all’area produttiva e alla comunità tutta considerando l’inquinamento certo (acustico e di particolato) e quello possibile (derivante da contaminanti che potrebbero essere presenti nei rifiuti).

Nonostante il nostro appello all’art. 8 comma 3° del regolamento sui criteri e modalità per l’assegnazione dei lotti ove si recita “Non saranno comunque assegnati lotti a imprese aventi produzioni con carattere nocivo e/o molesto” la maggioranza compatta ha approvato il provvedimento.

Il Gruppo di minoranza Insieme per Pizzoli.